Le statistiche degli arbitri di Euro 2020


...

Data di pubblicazione 2021-06-11

Nelle scorse settimane il Comitato Arbitrale UEFA ha ufficializzato i nominativi dei 18 direttori di gara che saranno impegnati in occasione delle 51 partite di Euro 2020 dall’11 giugno all’11 luglio.
Per 12 di loro si tratterà dell’esordio nella competizione riservata alle nazionali maggiori maschili. Al contrario, 4 fischietti hanno già disputato la fase conclusiva di Euro 2016, mentre ulteriori 2 annoverano perfino una partecipazione a Euro 2012.
Questa la classifica per gare dirette in una fase conclusiva della manifestazione riservata alle rappresentative del Vecchio Continente:

 

Cüneyt Çakir (Turchia): 6 presenze
Björn Kuipers (Olanda): 5
Felix Brych (Germania): 3
Ovidiu Alin Hategan (Romania): 2
Sergei Karasev (Russia): 2
Clément Turpin (Francia): 2
Carlos Del Cerro Grande (Spagna), Andreas Ekberg (Svezia), Orel Grinfeld (Israele), Istvan Kovacs (Romania), Danny Makkelie (Olanda), Antonio Miguel Mateu Lahoz (Spagna), Michael Oliver (Inghilterra), Daniele Orsato (Italia), Artur Manuel Ribeiro Soares Dias (Portogallo), Daniel Siebert (Germania), Anthony Taylor (Inghilterra), Slavko Vin?i? (Slovenia): esordienti

 

Se al contrario volessimo ordinare la squadra degli arbitri per numero di edizioni affrontate:
Çakir e Kuipers: 2 tornei (entrambi 2012 e 2016)
Brych, Hategan, Karasev e Turpin: 1 (2016)

 

L’arbitro che ha diretto il match più importante è nuovamente Çakir che nell’edizione Polonia-Ucraina 2012 scese in campo in occasione della semifinale alla Donbass Arena di Donetsk: derby iberico Portogallo-Spagna (2-4 ai calci di rigore per le Furie Rosse dopo lo 0-0 al 120’).

 

E’ SFIDA INGHILTERRA-ITALIA…
Soffermandoci sulle 16 finali fino a oggi disputate, conteggiando perciò la ripetizione dell’edizione 1968, scopriamo che la gestione dell’atto conclusivo del torneo è una sfida fra Inghilterra e Italia.
Entrambe le nazioni hanno espresso per 3 volte l’arbitro della finale.
Inghilterra: Arthur Ellis nel 1960; Arthur Holland nel 1964; Mark Clattenburg nel 2016. Italia: Sergio Gonella nel 1976; Pierluigi Pairetto nel 1996; Roberto Rosetti nel 2008.
Quindi c’è la Svizzera che vanta 2 direttori di gara in finale (Gottfried Dienst era infatti all’Olimpico di Roma in occasione del primo Italia-Jugoslavia 1968) e, tutte a quota 1, Austria, Cecoslovacchia, Francia, Germania, Portogallo, Romania, Spagna (José Maria Ortiz De Mendibil diresse il replay di Italia-Jugoslavia 1968) e Svezia.

 

Per le nazionalità degli arbitri del passato considerata la situazione geo-politica nell’anno di svolgimento del torneo.



Classifiche

Serie A

INTER94
MILAN75
JUVENTUS71
ATALANTA69
BOLOGNA68
ROMA63

Serie B

PARMA76
COMO73
VENEZIA70
CREMONESE67
CATANZARO60
PALERMO56

Serie LP1A

MANTOVA80
PADOVA77
VICENZA71
TRIESTINA64
ATALANTAU2359
LEGNAGO56

Serie LP1B

CESENA96
TORRES75
CARRARESE73
PERUGIA63
GUBBIO59
PESCARA55

Serie LP1C

JUVE STABIA79
AVELLINO69
BENEVENTO66
TARANTO65
CASERTANA65
PICERNO AZ58