Dimensione del testo:  
 
 
 
 
 

Sondaggio

Quante italiane raggiungeranno gli ottavi di Champions?






 
... sei nella categoria: Notizie
Bonifazi l'unico in A ad aver fatto gol con due maglie differenti. E Immobile...

Serie Avai a Serie A

 
Torna Indietro
 
 
 
Pubblicato il 28/03/2020.

È Kevin Bonifazi l’unico calciatore della Serie A 2019/2020 ad aver marcato gol indossando due casacche differenti. Un primato scritto grazie ai colpi di testa andati a segno al 24’ di Atalanta-Torino, per il momentaneo 0-1 nel girone d’andata, e al 23’ di Spal-Sassuolo, ancora per il momentaneo 1-0 ma qualche settimana fa.
 

Quasi tre gol ogni novanta minuti
Dal 24 agosto 2019, quando il campionato prese il via con Parma-Juventus (0-1, Chiellini), il totale dei gol marcati nella Serie A ammonta a 746 (media di 2,9/match).
Nel dettaglio:

 

  • 723 reti segnate da 223 calciatori differenti;
  • 23 autogol frutto di altrettanti giocatori.

La giornata più prolifica risulta essere la 22esima con ben 40 marcature (media di 4/match), mentre il titolo di meno fruttuosa è appannaggio della quinta con ‘solo’ 18 centri (media di 1,8/match).

Senza scordare che per completare il 25esimo turno mancano ancora 4 sfide (Inter-Sampdoria, Verona-Cagliari, Atalanta-Sassuolo, Torino-Parma) e le reti conteggiate sono già 19 (media di 3,2/match).

 

Quando 'piovono' i gol?

Suddividendo una gara in spezzoni da quindici minuti possiamo facilmente redistribuire i 746 gol all’interno di sei differenti blocchi.

 

  • 1-15: 62
  • 16-30: 130
  • 31-45+: 135
  • 46-60: 115
  • 61-75: 147
  • 76-90+: 157

 

Pertanto il numero di gol marcati è maggiore nel secondo tempo rispetto al primo, 419 contro 327. Soprattutto, le segnature aumentano col trascorrere dei minuti in ciascuna delle due frazioni di gara.
 

E la distribuzione dei soli autogol?

  • 1-15: 1
  • 16-30: 6
  • 31-45+: 6
  • 46-60: 2
  • 61-75: 0
  • 76-90+: 8

Curiosamente quelli siglati nei primi quarantacinque minuti, 13, superano quelli accaduti nelle riprese, 10. Ma il quarto d’ora più critico sembra essere quello che anticipa il fischio che pone fine a tutte le ostilità.

 

Immobile top scorer in solitaria 3 volte su 6
È in vetta alla classifica dei cannonieri con 27 centri in 26 gare disputate. Ciro Immobile guida però anche la maggior parte delle classifiche parziali che possiamo ricavare rintracciando i giocatori più prolifici all’interno dei singoli blocchi da quindici minuti.
 

  • 1-15: Gomez (Atalanta), Immobile (Lazio), Martinez (Inter), Under (Roma) 3
  • 16-30: Immobile (Lazio) 6
  • 31-45+: Immobile (Lazio) 6
  • 46-60: Ilicic (Atalanta), Joao Pedro (Cagliari) 4
  • 61-75: Lukaku (Inter) 6
  • 76-90+: Immobile (Lazio) 6

 

Ancora qualche curiosità...
Scritto di Bonifazi, un altro piccolo record che balza agli occhi analizzando i 746 gol della Serie A è quello messo a segno da Andreas Cornelius, l’attaccante del Parma. Il danese ha marcato fino a oggi 8 reti. La metà del suo bottino, 4 gol, è arrivato però nei minuti di recupero dei due tempi: 2 segnature nell’extra time oltre il 45’ (in Parma-Torino e Parma-Genoa), altrettante nei minuti aggiuntivi al 90’ (in Parma-Roma e Cagliari-Parma).
Quella del gol decisivo (per acciuffare una vittoria o evitare una sconfitta) è statistica molto sentita nella comunità dei fantallenatori. Volendo stilare una classifica con i bomber autori di questo tipo di marcatura ci ritroviamo ancora una volta con Immobile al comando grazie a 10 centri, seguito a stretto giro di posta da Ronaldo (Juventus) con 9 marcature e, sul gradino più basso del podio, Lukaku (Inter) a quota 7 reti.



 
 
 
 
 
  
 

CLASSIFICA