Dimensione del testo:  
 
 
 
 
 

Sondaggio

Quante italiane raggiungeranno gli ottavi di Champions?






 
... sei nella categoria: Notizie
INFOGRAFICA: un solo 0-0 ma in Russia si segna meno che in Brasile

Speciale Mondialivai a Speciale Mondiali

 
Torna Indietro
 
 
 
Pubblicato il 30/06/2018.

Un solo risultato ad occhiali, eppure s’è segnato meno di quattro anni fa.
La prima fase di Russia 2018, quella con i gironi all’italiana, va in archivio con 122 gol marcati (47 nella prima frazione, 75 nella ripresa) e una media di 2,5 reti per ciascun match.
In Brasile a questo punto del torneo gli spettatori avevano già assistito a 136 marcature (media di 2,8), il record da quando fu introdotta l’attuale formula del torneo iridato, nell’ultima manifestazione dello scorso millennio.
Ma i giocatori in campo nella patria della matrioska sono stati meno prolifici anche di quelli impegnati in Giappone-Corea del Sud 2002 (130 centri, media di 2,7) e a Francia 1998 (126 reti, media di 2,6).
Ecco, mondiale dopo mondiale, dal 1998 in poi, l’andamento delle marcature al termine della fase a gironi.

 

  • 1998: 126 gol (47/79) - media 2,6
  • 2002: 130 gol (53/77) - media 2,7
  • 2006: 117 gol (57/60) - media 2,4
  • 2010: 101 gol (41/60) - media 2,1
  • 2014: 136 gol (52/84) - media 2,8

 

Dati che per certi versi stonano con il numero di pareggi a reti inviolate: 1 soltanto, in occasione di Danimarca-Francia.
Mai, difatti, erano stati così pochi i segni X ad occhiali dal 1998 in poi.

 

  • 1998: 3 pareggi per 0-0
  • 2002: 2 pareggi per 0-0
  • 2006: 5 pareggi per 0-0
  • 2010: 6 pareggi per 0-0
  • 2014: 5 pareggi per 0-0

 

E qual è stato il risultato più ricorrente?
Senza contare il fattore casa, la vittoria col minimo dei gol segnati, vale a dire per 1-0, è comparsa in 13 occasioni.
Sul secondo gradino del podio ecco il successo per 2-1, 11 volte.
Infine, con 6 caps si piazza in terza posizione l’affermazione per 2-0.

 

  • 1-0 oppure 0-1: 13 presenze
  • 2-1 oppure 1-2: 11
  • 2-0 oppure 0-2: 6
  • 3-0 oppure 0-3: 5
  • 1-1: 4
  • 2-2: 3
  • 0-0, 3-1, 3-3, 5-0, 5-2, 6-1: tutti a quota 1

 

A distanza di sedici anni, pertanto, resiste il record di marcature nella fase a gironi stabilito in occasione di Germania-Arabia Saudita 8-0 del 2002. Ovviamente continuando a considerare i tornei mondiali dal 1998 in poi.
Inoltre, stilando una classifica delle partite più prolifiche della fase a gironi, compaiono solo 3 match di Russia 2018, due dei quali disputati nel gruppo G.

 

  • 2002 Germania-Arabia Saudita 8-0
  • 1998 Spagna-Bulgaria 6-1
  • 2002 Costa Rica-Brasile 2-5
  • 2010 Portogallo-Corea del Nord 7-0
  • 2014 Svizzera-Francia 2-5
  • 2018 Belgio-Tunisia 5-2
  • 2018 Inghilterra-Panama 6-1
  • 2002 Senegal-Uruguay 3-3
  • 2006 Germania-Costa Rica 4-2
  • 2006 Argentina-Serbia-Montenegro 6-0
  • 2014 Spagna-Olanda 1-5
  • 2014 Corea del Sud-Algeria 2-4
  • 2018 Portogallo-Spagna 3-3

 

Chiusura su quello che potremmo definire l’orologio dei mondiali.
Distribuendo i 122 gol andati in scena fra il 14 ed il 27 giugno lungo l’arco dei novanta minuti e suddividendo un match in 6 blocchi da un quarto d’ora ciascuno (più due dedicati uno al recupero del primo tempo, l’altro de secondo), scopriamo che…
Nel primo tempo il periodo più propizio per fare centro è stato quello fra i minuti 31-45, mentre nella ripresa la maggior parte dei gol è arrivata fra il fischio d’inizio e il 60’.

 

  • 0-15: 13 gol
  • 16-30: 13
  • 31-45: 18
  • 45+: 3
  • 46-60: 24
  • 61-75: 20
  • 76-90: 15
  • 90+: 16


 
 
 
 
 
  
 

CLASSIFICA